martedì, luglio 07, 2009

Supposta antimafia



Questa più che una pillola è una supposta, una medicina che bisognerebbe ficcare nel didietro a tutti quelli che votano ancora per la mafia, nonostante sappiano benissimo dove sta e che volto ha. Votano lo stesso per la mafia perché "abbasserà le tasse" oppure "mi toglie l'ici" oppure "ci fa il condono"... e infatti dopo quindici anni di governo della mafia, possiamo ringraziarla per il buon lavoro svolto. L'Italia, mi pare ovvio, sta benissimo. Certo, è colpa dell'euro, dell'undici settembre, della crisi mondiale e del terremoto in abruzzo. Quindici anni che hanno piegato (e piagato) il nostro paese, perché gli italiani sono coglioni e continuano a votare chi promette di abbassare le tasse, di togliere l'ici, e di condonare la villetta abusiva. E la mafia è lì, davanti alla telecamera, dietro la macchina da scrivere, nei palazzi del potere. La vedono e fanno spallucce, poi la votano e in edicola comprano il giornale della mafia, e guardano il telegiornale della mafia, e parlano con altri che hanno votato mafia e si convincono che hanno fatto bene, che è colpa dell'euro, dell'undici settembre, della crisi mondiale e del terremoto in abruzzo.
Posta un commento