mercoledì, luglio 06, 2005

Che vergogna!



"L'Unione europea è un progetto politico, alto e nobile, non è riducibile quindi ad una semplice zona di libero scambio". Ha detto Ciampi, in nostro Presidente, presso il parlamento europeo a Strasburgo ieri. E, subito dopo: "Il confermato, giusto rigore del patto di stabilità non è di per sé garanzia di crescita, se perdura l'inerzia. I positivi effetti dell'euro continueranno a mantenersi con difficoltà, se mancherà una gestione coordinatrice sia dei bilanci nazionali, sia dell'orientamento delle politiche economiche degli stati. Dobbiamo pensare all'avvenire dell'Unione".

Più o meno in quel momento, Mario Borghezio, Matteo Salvini e Francesco Enrico Speroni si sono messi a gridare slogan contro l'euro aprendo una grossa bandiera della Padania. Il Parlamento ha applaudito la decisione del presidente di espellerli dall'aula. Ciampi ha continuato il suo discorso senza scomporsi, ma tradendo un'emozione certamente segnata dalla contestazione imprevista. Il Capo dello Stato ha concluso dicendo "viva l'Europa". - Da Repubblica.it

Non ci sono davvero parole per commentare la vergogna che si prova a leggere certe notizie. Avere la Lega al governo ed essere rappresentati da certi politici è qualcosa di terrificante ed inaudito, uno schifo che si unisce a tutte le altre schifezze per le quali dobbiamo ringraziare questo governo. Grazie.
Posta un commento