mercoledì, maggio 15, 2013

Intervista di RCR a Sir Tallis e all'autore di Drizzit

Come già accaduto in occasione dei 5000 fan di Drizzit, sono stato invitato a partecipare alla trasmissione radiofonica "Braccia rubate alla Pastorizia" che viene registrata a Città del Re e poi inviata in tutte le case che posseggono una sfera di cristallo. Poiché in questa dimensione è un po' difficile rimediarne una, riporto qui di seguito la trascrizione dell'intervista, avvenuta oggi pomeriggio.



Radio Città del Re - Buonasera ai nostri ascoltatori, eccoci giunti anche oggi al consueto spazio culturale di Radio Città del Re, «Braccia rubate alla Pastorizia.» Sempre sia onorato il Re, e passiamo subito a presentare gli ospiti di oggi pomeriggio. Oggi abbiamo il piacere di avere in studio Sir Tallis Denoriadus De'Versiaran, ex-cavaliere dell'Ordine di Fasturis e protagonista di uno dei fumetti di maggior successo nei bassifondi della città: Drizzit.
Sir Tallis Denoriadus De'Versiaran - Buonasera a tutti... devo subito correggerla perché "protagonista" mi sembra un pochino troppo, visto che per il momento sono comparso solo in una manciata di strisce...
RCR - Ma il suo è comunque un personaggio che ha lasciato il segno, non crede?
Sir Tallis - Mah... non saprei, è ancora presto per dirlo. Per il momento le uniche lettere cariche di ammirazione che ricevo sono quelle da parte di mia mamma. Anzi ne approfitto per salutarla! Ciao mamma! Sono alla radio! Ciao!
RCR - Sì... vabbé... la pianti di salutare siamo alla radio, tanto non la vede. Passiamo al secondo ospite di oggi, che è già stato nostro ospite lo scorso settembre ma che è tornato gentilmente a trovarci nonostante detesti essere teletrasportato. Stiamo parlando dell'autore di Drizzit, ovvero di Bigio.
Bigio - Grazie a voi per avermi invitato di nuovo. E scusate se ho vomitato nell'androne, è che dopo il teletrasporto mi sento sempre un po' male... poi oggi ero andato a pranzo da mia nonna, pasta coi piselli e fettine panate...
RCR - Non si preoccupi, abbiamo degli schiavi comprati apposta per pulire. Il tempo stringe, passiamo subito alle domande. Noi di Radio Città del Re vi abbiamo invitato perché abbiamo saputo che a Giugno esordirà la nuova serie di Drizzit, che si intitola "Quel Demone che non ti Aspetti." Un titolo accattivante, cosa ci dobbiamo aspettare, Bigio?
Bigio - Innanzitutto si tratta della quinta serie ufficiale di Drizzit, dopo la doppia raccolta di "Drizzit - Le Origini", "Drizzit e il Tesoro del Drago", "Drizzit - Legami di Sangue" e "Drizzit - L'Amore è un Carnotauro Rosa". Credo che ormai il fumetto abbia raggiunto il punto in cui è uscito dalla sua fase introduttiva, cioè quella in cui si può giocare con la scoperta dei personaggi principali e con la loro interazione. Immagino che tutti i lettori sappiano benissimo chi sono i protagonisti e qual è il loro carattere, quali sono gli ideali di ognuno, il modo in cui ognuno si comporta. Chi non lo sa, può benissimo leggersi la storia fin qui. La nuova serie quindi presenta una sfida nuova, e cioè coinvolgere i lettori rivolgendosi al di fuori delle dinamiche del gruppo.
RCR - Bene, io non ci ho capito una mazza. E lei?
Sir Tallis - Nemmeno io.
Bigio - Che lo devo rispiegare?
RCR - No, tanto di 'ste cose non ce ne frega niente. A noi interessa se Katy e Drizzit quagliano.
Bigio - Quagliano?
RCR - Sì... quagliano. Se arrivano al sodo. Se si incastonano. Se si appecorellano. Se fanno la macedonia. Come dite nella vostra zona?
Bigio - Va bene, va bene... credo di aver capito. No comunque non vi posso dire se "fanno la macedonia"... scusate ma queste sono cose che è bello scoprire leggendo il fumetto. Ci sono tantissimi lettori che si sono appassionati a Drizzit non solo perché è divertente e giornaliero, ma anche perché sullo sfondo delle battute scorre una storia. E quel poco di storia che c'è è meglio non svelarla. Ecco se c'è una cosa che posso aggiungere sull'argomento, è che la nuova serie sarà molto più narrativa delle precedenti. Non so se avete notato ma in "Drizzit - L'Amore è un Carnotauro Rosa" praticamente la maggior parte della storia si ambienta a casa di Baba Yaga. Nella nuova serie ho intenzione di dare più spazio agli eventi... sperando che questo non intacchi troppo la vena umoristica. E' sempre rischioso quando si alza il livello di epicità di un fumetto umoristico, perché si rischia di perdere un po' del nonsense comico.
Sir Tallis - ...e comunque io la macedonia l'ho già fatta. Ci tengo a dirlo perché mi hanno espulso dall'ordine dei cavalieri per quella cosa lì, della macedonia.
Bigio - La piantiamo per favore di chiamarla così?
RCR - Non si alteri, è un modo di dire. Lasci che Sir Tallis finisca il discorso, era interessante. La prego Sir Tallis, prosegua.
Sir Tallis - Sì le dicevo che io sono sempre stato un cavaliere, intendo dire nel cuore, dentro di me, sin da quando ero bambino. Ho intrapreso la strada del cavalierato perché condividevo appieno i principi del codice di Fasturis già da prima di imparare a leggerli. Purtroppo ho tradito il voto di castità, obbligatorio durante tutto l'apprendistato, e per questo non sono potuto divenire un cavaliere a tutti gli effetti. Però vorrei sottolineare che il codice dell'Ordine di Fasturis risplende ancora luminoso dentro di me.
RCR - Alcune indiscrezioni dicono che rivedremo Sir Tallis nella nuova serie, è vero?
Bigio - Sì, ci saranno alcuni ritorni e anche dei nuovi personaggi interessantissimi, che però non posso anticipare. Sir Tallis era quasi un ritorno annunciato, in quanto già al momento della sua scomparsa (in Drizzit - L'Amore è un Carnotauro Rosa) già si lasciava intendere che sarebbe potuto tornare. Credo che il suo personaggio possa dare ancora molto al fumetto, in termini di comicità e di spunti narrativi. Al contrario di altri amatissimi personaggi che sono morti, come Artemide o Driass.
RCR - Comunque lei se la tira un po' troppo eh. Qualcosina d'altro ce lo potrebbe pure dire.
Sir Tallis - Del tipo se rifarò la macedonia.
RCR - Ma come, lei non lo sa? Non ha letto il copione?
Sir Tallis - No, il copione che abbiamo attualmente non arriva alla fine della serie, quindi c'è ancora molto da decidere.
Bigio - Non ho intenzione di aggiungere altro. E basta co 'sta cazzo de' macedonia!!! Che poi magari stasera torno a casa, mi portano la macedonia, e mi sento male. Basta!!!
RCR - Va bene, tanto lo spazio a nostra disposizione è già praticamente esaurito. Ringraziamo Bigio per le immagini in anteprima della nuova saga che ha portato in redazione e che condivideremo con i nostri lettori tramite sfera magica. Ringraziamo anche Sir Tallis al quale auguriamo un futuro migliore di quello della precedente serie, e ci vediamo alla prossima edizione.
Sir Tallis - Sempre sia onorato il Re!
Bigio - Ciauz.
Posta un commento