venerdì, agosto 02, 2013

Le idee strambe

Passando davanti al calendario, ieri mattina, mi sono reso conto che eravamo ad Agosto. Ho girato pagina e ci ho trovato l'illustrazione di Drizzit e Katy al mare che realizzai l'anno scorso di questi tempi, e che poi è finita nel calendario di Drizzit 2013. Come è ovvio, ho provato un po' di disgusto. Drizzit è troppo muscoloso, Baba Yaga (che svolazza sopra di loro) è storta, e gli effetti di luce sono eccessivi. Insomma una illustrazione che ora come ora cestinerei. Ma non fu così un anno fa, quando mi sembrava di aver prodotto la più bella immagine di sempre.

Credo sia naturale per un disegnatore, trovare il proprio disegno precedente (anche se fatto due minuti prima) di qualità inferiore a quello che sta facendo proprio in questo momento. Ma quando ci passa in mezzo un anno, le differenze di tecnica e tratto si fanno molto più evidenti. Insomma per quanto io non possa essermi evoluto molto, l'immagine di luglio sul calendario di Drizzit 2013 mi ha fatto venire voglia di fare un'altra illustrazione "estiva" di Drizzit.

Mi sono concentrato soprattutto su Drizzit, visto che nell'immagine dell'anno scorso era venuto muscoloso e sgraziato. Non è così che me lo immagino, quindi meritava una illustrazione senza vestiti che chiarisse la mia idea delle sue bizzarre proporzioni. E proprio a questo punto mi sono ricordato della domanda che i lettori mi hanno già posto più volte: ma perché Drizzit ha i piedoni?

Già, perché? Non c'è un perché, in realtà. Disegnandolo tappetto e deformato, mi è venuto sempre di disegnarlo coi piedi grossi. Nelle strisce tra l'altro, questo dettaglio non si vede quasi mai. Possiamo dire che Drizzit ha i piedi grossi per lo stesso motivo per cui Wally ha il mento a punta e Baba Yaga ha i capelli a cresta. Cioè siamo in un fumetto, e mi è venuto di disegnarli così. Non mi è mai capitato di chiedermi come mai Snoopy è macrocefalo, oppure perché Lupo Alberto è blu. L'ho trovata una curiosità bizzarra da parte dei lettori, e ho pensato che una domanda del genere sarebbe stata bene come battuta per Katy: lei non smette mai di alimentare i complessi di Drizzit, credo lo faccia involontariamente, il più delle volte.

Ecco quindi l'illustrazione di oggi.



Posta un commento