lunedì, settembre 09, 2013

CUSPlay Pisa 2013 - intervista a Bigio

In occasione della mia presenza al CUSplay Pisa 2013, sono stato intervistato su questioni relative al mio fumetto e al modo di concepire il mio lavoro. L'intervista è stata pubblicata originariamente sulla pagina di Facebook dell'evento, ma per comodità e sperando di rispettare tutte le norme a riguardo, la riporterò qui di seguito.


CUSPlay Pisa: Ciao Bigio e grazie di essere con noi!
Il CUSplay PISA è una manifestazione ancora giovane ma in continua espansione, apriremo in questa quarta edizione per la prima volta alla categoria "Autori" felicissimi della scelta fatta ospitandoti all'evento.
Cosa ti aspetti da questo CUSplay PISA 4?

Bigio: E' la prima volta che vengo invitato a Pisa, quindi mi aspetto di conoscere i lettori di Drizzit che si trovano nei paraggi e di scoprire se il fumetto è apprezzato, cosa ne pensano e cose del genere. Insomma mi interessa molto l'opinione dei lettori. Ribadisco sempre che non sono uno di quegli autori che ne tiene conto quando scrive i propri fumetti, ma credo che il feedback da parte del pubblico sia una parte fondamentale della gratificazione che un autore può ricevere dal proprio lavoro.

CP: Oltre al fatto di averti con noi per tutta la durata del CUSplay PISA 4, Bigio ed i suoi lavori avranno uno spazio dedicato nell'area spettacoli (sabato 28 settembre alle ore 18:30). Cosa proporrai all'interno del tuo stand e nell'area spettacoli?

B: Non ho ancora discusso con i responsabili della casa editrice riguardo certi dettagli, ma immagino che saremo ben lieti di presentare al pubblico quanti più volumi di Drizzit disponibili al momento e anche qualche gadget, se si fa in tempo a produrlo. Personalmente mi impegnerò per lasciare una dedica, un disegnino e un saluto a chiunque passerà a trovarmi.
Per quanto riguarda la conferenza, cercherò di mettere a disposizione di tutti la mia esperienza personale. Molti dei miei lettori sono bravi almeno quanto me in tecniche di disegno e composizione, quindi ritengo di non avere molto da dire da quel punto di vista. Dove posso dare il mio contributo è nel riportare le modalità e le condizioni che hanno permesso a uno come me di divenire un autore di fumetti.

CP: Magari qualche annuncio ancora top secret?

B: Eheh. Non credo che esista materiale "top-secret" da svelare, no.

CP: La tua pagina facebook "Drizzit" stà ottenendo un grandissimo successo, da poco sono stati superati i 21.000 Mi Piace! Agli inizi ti saresti aspettato una cosi grande risposta positiva da parte del pubblico?

B: Ovviamente no! Drizzit nasce essenzialmente dalla fortuita concomitanza di due fattori: la noia e l'acquisto di una tavoletta grafica. La qualità grafica decisamente acerba delle prime strisce dimostra quanto io abbia faticato a prendere confidenza del mezzo digitale, ma ricordo che i miei amici si congratulavano comunque con me per quelle due o tre strisce che disegnavo e mettevo online ogni settimana. Poi pian piano si è arrivati a cento, duecento, trecento fan... da notare che fino a giugno scorso i fan della pagina erano duemila e non di più. Drizzit è esploso solo di recente, ed è stato un successo del tutto inaspettato.

CP: Cos'è secondo te la "cosa" che piace di più ai tuoi fans dell'universo Drizzit?

B: Chiaramente non c'è una sola cosa che piace. Posso elencare alcuni che credo che siano i punti di forza di Drizzit, e cioè la sua frequenza (viene pubblicato al ritmo di una striscia al giorno, contando anche la pagina domenicale di The Author); si tratta di un fumetto fruibile in modo completo e gratuitamente online; unisce lo stile narrativo della comic-strip classica cercando ogni giorno di divertire, e nel contempo sviluppa una storia; è un fumetto fantasy che parodizza alcuni personaggi classici e tuttavia è perfettamente fruibile anche da chi non è avvezzo a tale contesto... e così via. Una delle cose che mi piace di più di come sta andando il fumetto, è la grande fetta di pubblico femminile conquistato: i lettori di Drizzit sono per il 50% ragazze, che è una cosa molto insolita per un fumetto di questo genere.

CP: Con questo chiudiamo ringraziandoti di averci concesso questa intervista! Non vediamo l'ora di conoscerti!
Ti aspettiamo al CUSplay PISA 4!!
Grazie, a presto!
Posta un commento