lunedì, settembre 02, 2013

Stilish Katy Sacrifice Contest

Già da tempo avevo programmato di lanciare questo contest, e avevo preparato tutto il necessario. Il giorno del lancio sarebbe stato quello della pubblicazione della striscia 786, quella con Katy pronta ad essere sacrificata e i due diavoli intenti a decidere in che modo sarebbe più opportuno vestirla (la striscia in questione, per comodità, ve la riporto qui a fianco). Si trattava di prendere l'immagine che avevo preparato, con la silouette di Katy pronta al sacrificio, e aggiungere la propria proposta di abito. La migliore avrebbe vinto un disegno da me realizzato.

Purtroppo per una serie di coincidenze, la striscia che avrebbe dato il via al concorso è stata pubblicata proprio all'inizio di un weekend per me densissimo di impegni: sono stato a Salerno per il Salerno In Fantasy e poi a Orvieto al Cosplay Behind The School 2 organizzato dalla Bottega della Iucci. Insomma mentre nella casella di posta elettronica di Drizzit si accumulavano decine e decine di messaggi con le proposte dei lettori io ho trascorso giornate intere a incontrare i fan del fumetto che sono venuti a conoscermi di persona. Ho firmato dediche, ho disegnato, ho chiacchierato con quelli di voi che sono passati a trovarmi... e poi ogni sera, da giovedì in poi, tornando a casa (o in albergo) mi sono ritrovato a scaricare e selezionare tutte le alternative di Katy che mi sono state mandate!

Avrei dovuto selezionare un vincitore due giorni fa, ma ad oggi non sono ancora riuscito a valutarle le proposte con attenzione. Mi preparo a farlo adesso, a mezzanotte passata di domenica. E per prima cosa, vorrei mettere in chiaro i criteri che mi hanno permesso di stabilire, tra le tante illustrazioni, quali meritavano davvero di vincere:

1) Il concorso scaturisce come una "estensione" della striscia 786, dove i due diavoli si improvvisano "stilisti" e cambiano d'abito a Katy alla ricerca dello stile giusto. Non le stanno provando costumi o travestimenti, le stanno facendo indossare degli abiti a tema, giocando un po' con gli stereotipi, ma senza trasformare il rogo in un cosplay contest delle vittime. Per questo la prima "scrematura" delle proposte inviatemi si basa su questo presupposto: niente travestimenti. Ad esempio, un abito da "archeologo anni '30" andrebbe bene, ma non uno da "Indiana Jones". Più semplicemente, qualsiasi abito che avrebbe potuto essere inserito come continuazione della striscia 786 è stato considerato come possibile vincitore, altrimenti è stato scartato.

2) L'importante è l'abito, non la battuta. Non era un contest per chi fa più ridere, bensì un vero concorso sul miglior vestito. Quindi per quanto possa far ridere una Katy con una foca monaca incollata sopra, ho deciso che tutte le proposte del genere potevano essere scartate, a favore di quelle in cui davvero si è fatto attenzione al taglio dell'abito, agli accessori, alla cura nei dettagli... insomma al vestito, e non a farsi due risate. D'altro canto il concorso diceva proprio "il miglior abito sarà premiato" e non "quello che fa più ridere sarà premiato", quindi mi è sembrato corretto procedere in questo modo.

3) Naturalmente la cura e la fattura dell'abito non era la sola cosa indispensabile: occorreva anche che l'abito corrispondesse appunto a uno stereotipo. Abiti bellissimi ma senza riferimenti sono stati quindi scartati, lasciando in concorso per la vittoria solo quelli dove la splendida fattura dell'abito era coniugata con la pertinenza a uno stereotipo. Lo stesso gioco cioè che stavano facendo i due diavoli con Katy.

Applicando questi tre principi ho operato una prima selezione quasi automatica. E poi naturalmente, ho proceduto per puro gusto personale: tra quelle rimaste, ho scelto le proposte che mi piacevano di più, del tutto arbitrariamente.

Ora, fermo restando tutto quello che ho scritto... devo assolutamente ammettere mi sono davvero divertito a sfogliare tutte le proposte che mi sono state mandate! Per alcune ho riso da solo come un cretino, altre erano talmente ben disegnate e ben realizzate che io stesso non avrei mai potuto pensare di meglio. Insomma, mi sento di fare i complimenti a TUTTI, e dico davvero a TUTTI i partecipanti al contest (che sono stati davvero tanti, più di centocinquanta!). Siete stati tutti bravissimi.


Grazie per aver partecipato!!!

Queste cinque qui di seguito sono le "opere" che ho selezionato come finaliste. Tra queste sceglierò un vincitore (o una vincitrice) entro brevissimo tempo.


[EDIT - 3 Settembre 2013] Come annunciato proprio poco fa nella pagina FB di Drizzit, la vincitrice è Vanessa D'Ambrosio con la sua "Katy Pastorella". Congratulazioni Vanessa e grazie a tutti i partecipanti del contest!
Posta un commento