giovedì, marzo 15, 2012

Coincidenze

Esattamente 75 anni fa moriva Howard Philiph Lovecraft.
Esattamente 35 anni fa nascevo io. Non può essere una coincidenza.

Non mi va di commemorare troppo Lovecraft. Era un razzista, uno xenofobo paranoico e un mediocre scrittore tutto sommato. Ma la sua fantasia disturbata ci ha regalato i miti di Cthulhu, un luogo dove molto spesso abbiamo ambientato i nostri incubi, e che sono stati la fonte di ispirazione per centinaia di autori nei decenni a venire. Questo è il bello di quando una persona è morta: si può distillare la sua vita, filtrandola dalle cazzate ed esaltandone i punti geniali, quelli che per i posteri contano qualcosa, tralasciando tutto il resto, i lati spiacevoli, quella specie di "spazzatura storica" che resterà nascosta sotto il tappeto del tempo e che nessuno scoprirà mai, probabilmente.

Accadrà a tutti, anche a me. Certo della mia vita, una volta filtrate le cazzate, resta ben poco. Ma quel probabilmente per quel poco è valsa la pena vivere, e arrivare a oggi, e lasciarsi cullare dalla malinconia pensando che sono arrivato nel bel mezzo del cammin di mia vita, e ancora non ho incontrato una lonza a indicarmi la strada per l'inferno. Per questo i compleanni vanno festeggiati, dopotutto: in culo alla morte per un altro anno intero. Tanti auguri.
Posta un commento