domenica, ottobre 14, 2012

Drizzit 494-500










...e siamo arrivati a 500 strisce di Drizzit!!! ...chi l'avrebbe mai sperato? *_*

Le strisce di questa settimana sono piene di strane sperimentazioni che mi venivano in mente mentre le sceneggiavo. Il fatto è che essenzialmente i personaggi, in queste strisce, si picchiano. E io detesto i fumetti in cui i personaggi si picchiano e poi si picchiano e poi si picchiano ancora. Per capirci, la citazione di Akira Toriyama nella striscia 498bis è volutamente strafottente. Non pretendo di raggiungere il livello di Toriyama in nessun senso, tranne in uno: la qualità delle sue ultime opere. Ho adorato Dr. Slump e Arale, e anche Dragon Ball mi è piaciuto, all'inizio. Ma poi è degenerato, diventando il precursore di una serie di manga tutti uguali che non fanno altro che reiterare lo stesso meccanismo. Insomma l'inizio della fine. E adesso, qualsiasi autore di manga per ragazzi che finisce le idee, ha sempre una soluzione per continuare a vendere il suo fumetto senza scrivere una riga di sceneggiatura: far picchiare i suoi personaggi per pagine e pagine. Si picchiano i ninja, si picchiano i pirati, si picchiano eroi fantasy e horror, si picchiano pure nei fumetti comici. Ho constatato con amarezza l'affondare di manga come Bleach, One Piece nell'oblio del picchia picchia.

Non volevo (e non voglio) che Drizzit, che poi è una striscia a fumetti, faccia quella fine. Questo mi ha indotto a introdurre un sacco di ideacce nelle strisce in cui i personaggi, effettivamente, si picchiavano. Ed ecco quindi la sfilata di cappelli, le formichine schiacciate, lo splash-up di Baba e Driass, e anche la sequenza di combattimento inframezzata da me medesimo che faccio ironia. E' stato divertente mettere in campo tutti questi accorgimenti, spero che il risultato sia piaciuto ai lettori.

Rinnovo invece la mia perplessità di fronte al modo un po' superficiale con il quale vengono lette alcune strisce. La striscia 496 ad esempio, quella con Wally che sbeffeggia Drizzit, è stata creata per prendere in giro due luoghi comuni piuttosto abusati che riguardano il modo in cui uomini e donne si guardano vicendevolmente. La verità è che le donne non sono isteriche, e nemmeno gli uomini stanno sempre a parlare delle dimensioni del loro pene. Sono appunto luoghi comuni. Il senso della striscia è che sono luoghi comuni e anche ridicoli, ma non credo che tutti l'abbiano intesa in quel senso.

Continuano inoltre gli inneggi a presunte "lotte nel fango" e "cat-fight" ogni volta che disegno due protagoniste che se le danno di santa ragione. Credo che siano assolutamente a sproposito. Che fumetto stanno leggendo quelli che commentano le mie strisce in quel modo? ...spero sempre che siano battute e che nessuno pensi sul serio che i miei personaggi femminili possano ridursi a fare cose del genere, perché è ovvio che non lo faranno mai. Forse me la prendo così tanto semplicemente perché il mio intento prefissato è proprio di mettere in scena l'opposto, e cioè di dare dignità a due protagoniste che combattono, esattamente come se fossero due uomini. A ben vedere, anzi, sono Drizzit e Wally quelli che si stanno azzuffando come ragazzini: Baba e Driass si affrontano con tutto l'orgoglio di cui possono essere colme due personalità del loro calibro!

Cambiando di nuovo argomento, considerata la grandezza della striscia 500, non credo che ci sia bisogno di commemorare il traguardo in altro modo. Vorrei però ringraziare lo stesso tutti i lettori di Drizzit, che tutt'ora continuano a scorrere le strisce del mio webcomic... siete davvero mitici. Avete trasformato il nulla in qualcosa, un fumettino disegnato da un profano in un'opera che viene seguita da migliaia di lettori. Avete tutta la mia ammirazione. Ci risentiamo presto... con chi verrà a Lucca Comics & Games, per la precisione, ci si vede qui:


Maggiori informazioni? Drizzit su Wikifumettisulweb!

Licenza Creative Commons
Drizzit è protetto da licenza Creative Commons e dalle norme vigenti sul diritto d'autore.
Posta un commento