lunedì, giugno 20, 2011

Personaggi fantasy

Ho creato questa illustrazione per un personaggio di Pathfinder GdR che (forse) interpreterò. Si tratta di un convocatore, un mago che evoca creature. Quella lì, con due bocce enormi, è il suo eidolon, ovvero la creatura che il convocatore è in grado di evocare come servitrice. Non credo che alla Paizo abbiano pensato troppo a che uso possa fare un convocatore delle creature che evoca. Probabilmente hanno dato per scontato che le usi per difendersi e combattere, come un addestratore farebbe col suo fedele cane da guardia. Ma non c'è scritto da nessuna parte che il convocatore debba evocare un animale o qualcosa del genere. Così ho pensato che un mago sufficientemente privo di scrupoli avrebbe potuto richiamare come eidolon una gran bella gnocca, e poi sfoggiarla nelle locande. Dal punto di vista regolistico, l'eidolon obbedisce fedelmente al suo convocatore... cosa volere di più dalla vita? Sono sicuro che il Master apprezzerà la mia interpretazione.

3 commenti:

Anonimo ha detto...

beh, moh due bocce enormi...
esagerato come sempre!

er cafone censurato

KUDUK ha detto...

Bigio, scusa il mio fuoritema( comunque non sono bocce enormi, confermo), ho acquistato, tempo addietro e di recente ho cominciato a leggere traveller, che ne pensi di questo GDR?
ciao

Bigio ha detto...

Vecchio, vecchissimo sistema di gioco. Dai tempi dell'uscita di quel manuale, il mondo dei GdR ha fatto passi avanti da gigante. Comunque, nonostante le meccaniche farraginose e piene di lacune, resta ancora uno dei pochi sistemi che conosco per giocare avventure nel futuro anteriore (tipo ambientazione star trek o mass effect, per capirci). Inoltre ci hanno fatto la grazia di tradurlo in italiano, che non è poco.