domenica, marzo 17, 2013

Drizzit 645-652









Anche le strisce di questa settimana non hanno evitato di scatenare qualche polemica, essenzialmente incentrata sul fatto che Dorna non doveva andare via, che il fumetto sta degenerando e che sta virando sul porno. Ognuna di queste critiche ovviamente va presa con la dovuta dose di buon senso e di umorismo, la maggior parte dei lettori quando esprimono certe critiche lo fanno in maniera bonaria e non intendono denigrare veramente il fumetto, stanno solo esternando simpaticamente un "sentore".
Più interessante è infatti commentare il "sentore" anziché il commento in sé.

Ad esempio, perché ogni volta che pubblico una striscia in cui c'è un allusione sessuale, c'è sempre qualcuno per cui il fumetto sta "virando sul porno" o per cui la cosa è eccessiva, o si sta esagerando? Se vi soffermate a contare le strisce in cui si fanno illusioni sessuali, si scopre che sono una frazione minima rispetto al totale. Molte meno di quelle in cui si ironizza su amore, isterie, caratteristiche dei personaggi o relazioni umane. Eppure nessuno dice mai: "e basta ironizzare sui modi di fare femminili!" oppure "e basta ironizzare sulle regole dei giochi di ruolo". E' sempre l'allusione al sesso quella che fa virare il fumetto verso il porno, che è eccessiva, che "una volta ogni tanto ci sta bene". Perché? E se ironizzassi sul sesso per sette vignette di seguito? Cosa cambierebbe? Non è un tipo di umorismo come un altro?

Quando scrivo le strisce di Drizzit certo sempre di non essere volgare né superficiale. Con un nano nel gruppo, sarebbe facile abbandonarsi a battute becere, rutti, scoregge, pesantezze sulle donne, volgarità gratuita. Mi piace invece inserire anche gli elementi più "pesanti" (come ad esempio l'allusione al sesso) in modo che risultino comunque piacevoli e divertenti. Quando penso di esserci riuscito, nascono strisce come l'ultima di questa settimana. Ma ne ho scritte molte altre in cui argomenti immorali vengono trattati in maniera da essere delicati e non gretti (basta scorrere le strisce indietro fino al sesso di Dotto e Dorna, o a quello di Wally e Driass, o a tutti i discorsi attorno alle generosità di Baba Yaga).

Insomma non mi sembra di essere io il problema. Come ho già ribadito altre volte, mi capita spesso che mi venga attribuita un'intenzione umoristica o narrativa "distorta" lontanissima da quella che volevo fare al mio fumetto. Di questa cosa me ne dispiaccio e me ne dispiacerò sempre. Sono invece felicissimo quando i lettori capiscono le miei intenzioni, e per fortuna pare che questi siano ancora la maggior parte.

L'ultimo appunto riguarda ancora una volta il fatto che alcune strisce (l'ultima di questa settimana ad esempio) vengano considerate "riempimento". Ho speso già abbastanza parole a riguardo, se vi interessa sapere come la penso potete approfondire qui.

Maggiori informazioni? Drizzit su Wikifumettisulweb!

Licenza Creative Commons
Drizzit è protetto da licenza Creative Commons e dalle norme vigenti sul diritto d'autore.
Posta un commento