domenica, dicembre 01, 2013

Drizzit 859-863







La striscia 863 non prevedeva la comparsa di Talia, ma mi è stato suggerito da una lettrice e mi è sembrata una buona idea, alla fin fine. Finora ho sempre tenuto "separate" le mie due serie di fumetti, Drizzit e The Author... tanto che lo stesso personaggio dell'autore è differente (anche se si tratta di dettagli). Però non c'è motivo di continuare così, in fondo la sensazione che appartengano a uno stesso universo è già consolidata nella mente dei lettori, e con l'arrivo dei nuovi episodi di The Author previsti per questo inverno il fatto che il protagonista disegni fumetti scemi verrà ulteriormente sottolineato.

Mi è stato anche fatto notare come lo scudo di Sir Tallis cambi, da una striscia all'altra. In realtà sono molto indeciso sulla sua forma finale, quindi è probabile che continuerò a disegnarlo come mi pare per un altro po' di tempo... come pure sono indeciso se fargli portare la spada al fianco o dietro la schiena. A volte le cose non si possono decidere a priori, bisogna disegnarle e dopo un po', vanno al loro posto da sole. E' un discorso che avevo già affrontato quando mi fecero notare che le dita dei piedi di Shedim cambiavano da tre a quattro a seconda delle striscia. Inizialmente erano quattro, ora sono tre. Semplice, perché dopo un po' ho notato che con tre mi piaceva di più. Andare a correggere certi dettagli a ritroso è una perdita di tempo... ancora di più in una striscia a fumetti, ancora di più se è disegnata da uno che man mano che disegna impara a disegnare!

Spero infine che tutti voi ricordiate Lusana la Nana Banana. Se così non fosse, vi consiglio di rileggere la saga precedente a questa: L'amore è un Carnotauro Rosa (trovate il link qui sotto). E' disponibile anche il cartaceo, se preferite acquistarlo e leggervelo sdraiati sul divano.

Per oggi è tutto. Alla prossima!

Maggiori informazioni? Drizzit su Wikifumettisulweb!

Licenza Creative Commons
Drizzit è protetto da licenza Creative Commons e dalle norme vigenti sul diritto d'autore.
Posta un commento