sabato, gennaio 27, 2007

...e poi contro la vivisezione

"Una nuova campagna internazionale contro la vivisezione: con la
revisione della Direttiva 86/609/CEE relativa alla «protezione degli animali
utilizzati a fini sperimentali e per altri scopi scientifici», in
programma nei prossimi mesi al Parlamento Europeo, i gruppi
antivivisezionisti colgono l’occasione per far pressione sugli eurodeputati per
promuovere la sostituzione di test su animali con metodi scientifici senza
animali.
La Direttiva 86/609/CEE regolamenta l’utilizzo degli animali da
laboratorio nell’UE ma, risalendo a 20 anni fa, è assolutamente datata e
necessita urgentemente di una revisione, che avrà luogo nei prossimi mesi.
L’iniziativa «Sostituzione degli esperimenti su animali in Europa» fa
pressione sui legislatori dell’UE affinché sfruttino questa opportunità
impegnandosi a sviluppare ed implementare metodi che non comportino
l’uso di animali e che potrebbero salvare milioni di animali da
laboratorio e migliorare la qualità della ricerca e della sperimentazione.
L’iniziativa è promossa dal dott. Hadwen Trust for Humane Research
(Fondazione Dr Hadwen per una Ricerca Umanitaria, inglese), appoggiato da
vari gruppi per la protezione di animali e consumatori di tutta Europa.
Lo strumento principale attraverso il quale i singoli cittadini europei
possono sostenere la campagna è una petizione lanciata in tutta Europa,
che si può firmare on-line oppure su carta.

Affermano gli attivisti di AgireOra Network: «Stiamo collaborando con i
promotori dell’iniziativa per diffonderla in Italia: abbiamo tradotto
la petizione cartacea e aiutato nella traduzione del sito, e ora
intendiamo diffondere il più possibile questa iniziativa, per far capire al
Parlamento Europeo che sono moltissime le persone che vogliono veder
scomparire i test su animali!».
Questo è anche confermato dai risultati della consultazione europea sul
benessere degli animali da laboratorio avvenuta lo scorso anno: hanno
partecipato 42.655 cittadini e come numero di risposte questa
consultazione è la terza in «classifica» in tutta la storia delle consultazioni
on line della Commissione Europea, il che testimonia l’interesse
pubblico per il tema.

Oltre i tre quarti degli intervistati ritengono che non siano investiti
fondi comunitari sufficienti per sviluppare e convalidare metodi di
sperimentazione alternativi, mentre il 92% ha affermato che l’UE dovrebbe
assumersi «un ruolo di guida nella promozione della sensibilizzazione
in materia di protezione degli animali».
La petizione chiede che:
1. Le iniziative volte a sostituire gli animali da laboratorio vengano
applicate agli esperimenti di tutte le categorie;
2. L’UE istituisca un database accessibile e completo dei metodi
sostitutivi;
3. A tutti gli Stati Membri, gli istituti e gli scienziati singoli
venga imposto l’obbligo di cercare, sviluppare ed implementare metodi che
sostituiscano gli esperimenti con animali e di mettere immediatamente in
uso le tecniche sostitutive esistenti.
Si può firmare on-line o scaricare la petizione, disponibile anche in
italiano."

http://www.endeuanimaltests.org/languages/italian/index.php
Posta un commento