venerdì, settembre 16, 2011

Drizzit 116

Quando ho scritto questa striscia non ho pensato a quale grandezza sarebbe stata adeguata per il carattere dei gemiti di Drizzit. Poi mentre la disegnavo, mi sono reso conto che se avessi lasciato che le parole di Drizzit fossero state leggibili come quelle di Katy, il discorso di Katy sarebbe stato interrotto più volte, perché il lettore avrebbe letto l'una e l'altra didascalia dando a entrambe la stessa importanza. Invece le parole di Drizzit avrebbero dovuto essere giusto un mormorio di sfondo mentre Katy straparla. Così ho ridotto le dimensioni del carattere al limite del leggibile. Un lettore curioso può ancora sforzarsi a leggere cosa dice Drizzit, ma adesso è chiaro che è il soliloquio di Katy a dominare le vignette.

Striscia precedente; Striscia successivaLeggi Drizzit dall'inizio
Posta un commento