martedì, settembre 13, 2011

Scandalizzarsi


"Non mi scandalizzo mai. Potrei dire che mi scandalizza la stupidità, ma poi non è vero neanche. Penso che c'è sempre la possibilità concreta di capire le cose. Le cose che si capiscono non scandalizzano, tutt'al più vanno riferite a un giudizio. Il giudizio è legittimo, non lo scandalo. (...) La persona che si scandalizza vede qualcosa di diverso da se stesso. Lo scandalo in fondo è la paura di perdere la propria personalità, è una paura primitiva. Una credenza che sia stata conquistata con l'uso della ragione e con un esatto esame della realtà è abbastanza elastica da non scandalizzarsi mai. Invece una credenza ricevuta senza un'analisi seria delle ragioni per cui è stata ricevuta, accettata per tradizione, pigrizia o educazione passiva è un conformismo. Gli uomini con un profondo senso religioso non si scandalizzano mai. Cristo non si è mai scandalizzato. Si scandalizzavano i farisei."
Alberto Moravia, intervistato da Pier Paolo Pasolini in Comizi D'Amore
Posta un commento