giovedì, dicembre 08, 2011

Ci vuole metodo

Qualche tempo fa Marco Cosentino mi diede qualche dritta sul metodo di colorazione da adottare per i miei disegni.Nel caso di Drizzit o delle Questions non credo ci sia bisogno di implementare la qualità della realizzazione grafica, in fondo si tratta di strisce e di vignette, prodotti dove i tempi e le battute sono più importanti della qualità artistica (e pur tuttavia continuo a disegnarle, anziché fare copia+incolla di striscia in striscia come potrei benissimo fare). Nel caso di disegni più complessi o più importanti però, ad esempio copertine o poster o disegni promozionali, di sicuro ho bisogno di migliorare e di proporre cose più professionali... beh quantomeno non troppo semplicistiche.

Così ho rispolverato il sistema di colorazione che Marco mi aveva consigliato di adottare. Dopo aver partorito il disegno sulla base degli schizzi iniziali, ho ripulito il tutto lasciando solo il tratto base della penna. Poi ho messo gli scuri, quindi ho schiarito le zone in luce, e infine ho passato il colore (in maniera molto uniforme) su tutto il disegno. Il risultato è abbastanza buono da incoraggiarmi a farne altri.


Posta un commento