mercoledì, dicembre 14, 2011

Drizzit 168

Nonostante la tempistica di questa striscia sia a mio parere molto buona, è comunque frustrante constatare come la suddivisione in quattro tempi dello spazio non permetta di ingrandire più di tanto i volti dei protagonisti. Dovendo far entrare i tre protagonisti in tutte e quattro le vignette, questo è il massimo che sono riuscito a fare. Il sorrisino beota di Drizzit, che in realtà è la vera chiave umoristica della sequenza, rischia di rivelarsi una chicca per chi aguzza la vista. Peccato.

Striscia precedente; Striscia successivaLeggi Drizzit dall'inizio

Posta un commento