martedì, dicembre 27, 2011

Drizzit 177

Quando ero bambino feci la tessera alla biblioteca comunale, e per un po' presi in prestito dei libri, leggendoli e riconsegnandoli in orario. Poi un'estate lasciai un libro a metà. Non lo riportai perché avevo intenzione di finirlo di leggere, anche se non trovavo mai il tempo. Dopo un po' persi interesse nel sapere come sarebbe andato a finire. Nel frattempo i termini di consegna erano scaduti, avrei dovuto pagare una sanzione per il ritardo? Non lo sapevo. La biblioteca chiamò chiedendomi di riportare il libro. Promisi di restituirlo. Ma mi vergognavo a entrare li dentro e riconsegnarlo con mesi di ritardo, come se avessi tentato di rubarlo e non ci fossi riuscito. Il libro rimase sullo scaffale. La biblioteca non si fece più sentire. Dopo molti anni, donai alla biblioteca una cinquantina di libri che non avevo più interesse a conservare. Tra quei libri ce n'era uno con l'etichetta della biblioteca, che avrei dovuto consegnare molto, ma molto tempo prima.

Striscia precedente; Striscia successivaLeggi Drizzit dall'inizio
Posta un commento