sabato, dicembre 31, 2011

Il punto di svolta (e tanti auguri)

Credo che la scrittura di Drizzit, il mio web-comic a strisce, abbia raggiunto un punto di svolta. Mentre sceneggiavo le ultime strisce, mi sono reso conto che l'intreccio narrativo era ormai abbastanza evoluto da essere poco accessibile a nuovi lettori. In pratica, se un nuovo lettore cominciasse a leggere Drizzit dalla striscia 180 o dalle successive, difficilmente riuscirebbe a comprendere "a che punto siamo" con la storia. Dovrebbe avere la pazienza e la voglia di tornare indietro e rileggersi tutto.


Però 180 strisce sono ormai una bella mole, da rileggere. E' vero che Drizzit è tutto online sia qui che su facebook e che non occorre faticare molto per trovare la prima striscia (su shockdom tra l'altro ho cominciato a pubblicarle da capo da poco), ma il suddetto lettore potrebbe non avere intenzione di perdere tempo a leggere roba vecchia. Quindi ecco il punto di svolta: il punto in cui si rende necessario che il filo principale sia "suddiviso" in saghe.

All'inizio non ce n'era bisogno anche perché il fumetto, in cerca di lettori, aveva bisogno di conquistare con una sola striscia. Era necessario che chiunque leggesse si facesse una risata all'istante su quello che stava leggendo, in modo da essere invogliato a tornare per la risata del giorno dopo. Ma quando si arriva a 180 strisce e con un minimo seguito di lettori, è normale che gli obiettivi di uno sceneggiatore mutino evolvendosi naturalmente in qualcosa di più complesso. Drizzit ha sempre avuto una storia, di fondo, ma questa è diventata man mano sempre più importante. Non ho mai rinunciato né rinuncerò mai al formato "a striscia" del fumetto, quindi Drizzit tenterà sempre di strapparvi un sorriso ogni giorno, ma a questo intento si è aggiunto quello di raccontarvi anche qualcosa.


Entro qualche mese cercherò di chiudere la vicenda della "morte e resurrezione" di Drizzit, mettendo il punto a tutta una serie di vicende che ci hanno condotto alla conoscenza di Baba Yaga, del passato di Katy e delle disavventure del protagonista nell'aldilà. Questa sarà la prima vera "saga" di Drizzit. Conclusa questa, ne comincerà ovviamente un'altra. In questo modo, nuovi lettori potranno approcciarsi a questo fumetto senza dover scavare troppo nel passato (ma potranno comunque farlo, ovviamente).

Prenderò anche in considerazione di pubblicare qualcosa (di cartaceo intendo) quando la prima saga sarà terminata. Intanto quelle che condiscono questo post sono le bozze preliminari di alcune strisce estrapolate dal rocambolesco finale della saga sopra citata. Sono solo bozze, non credo che vi rovineranno nulla della sorpresa. Il finale dovrebbe arrivare attorno a Marzo, con la striscia 250 o giù di lì.

Nell'attesa, buon 2012 a tutti!
Posta un commento