giovedì, dicembre 22, 2011

Drizzit 174

Lo ammetto per questa striscia ho fatto economia e ho riciclato i disegni della vignetta precedente, ritoccandoli appena. Grande successo del [mostro coperto da copyright] che conquista in poche vignette una gran quantità di pubblico. Ma non sperateci, quando avrà finito le sue apparizioni da comparsa, non credo che lo rivedrete di nuovo. Comunque confermo: è un professore del liceo. E anche di quelli bravi, aggiungerei.

Parlando di piccole soddisfazioni, ieri sono arrivante le tazze personalizzate che avevo ordinato. Ecco la mia tazza di Drizzit, con impressa la striscia 187 (che leggerete solo fra un pochino), nella quale ricompaio io nel ruolo dell'autore, e questo è il motivo per cui ho scelto proprio quella striscia e non altre. Esatto: puro egocentrismo. A piccole dosi, fa bene. La sfoggiavo in Gilda mentre sorseggiavo un infuso mela e cannella. Roba forte eh cazzo.

Non si tratta di gadget ordinabili, anche se in futuro (se un giorno Drizzit farà la sua comparsa nelle fumetterie) potrei pensare di proporli. Uno deve anche pensare alla propria pensione eh. A domani per un'altra striscia inedita!

Striscia precedente; Striscia successivaLeggi Drizzit dall'inizio

Posta un commento