venerdì, maggio 06, 2011

Scott Pilgrim e Source Code

Ecco un esempio di film che ho scaricato in maniera assolutamente gratuita, barbarica, piratesca e illegale da internet, e che poi, visto che mi è piaciuto, sono andato ad acquistare. D'altro canto come dice qualcuno, se la pirateria danneggiasse veramente l'industria del cinema, il porno sarebbe fallito da un pezzo. Il film in questione non è un porno, è Scott Pilgrim vs the world.

Il regista è Edgar Wright, che conoscevo già perché sono un grande fan dei film di Simon Pegg e Nick Frost (Shaun of the Dead era geniale, ma secondo me Hot Fuzz è ancora meglio). Mentre i due appena citati sono stati impegnati a girare il prossimamente al cinema Paul, lui si è dedicato a questo piccolo gioiellino che è tratto invece da un fumetto altrettanto divertente che ho scoperto solo grazie al fatto che fino a qualche mese fa lavoravo in una fumetteria. Scott Pilgrim vs the world è un concentrato di scene deliranti, combattimenti, citazioni da film, videogames, fumetti e il tutto (incredibile!) funziona ed è spassosissimo. Certo bisogna essere molto nerd per riconoscere la colonna sonora di Zelda che scorre dietro alcune scene, e soprattutto se non si è reduci degli anni 80 tutta quella esplosione di bit cubettosi la capiremo un po' poco, ma una regia veloce, una sceneggiatura delirante e un uso divertentissimo degli effetti speciali rende questo filmetto una vera chicca da guardarsi con gli amici il sabato sera. Fidatevi.

L'altro film sul quale mi interessava esprimere un'opinione è Source Code, un film di fantascienza che è uscito da pochi giorni e ancora si trova in sala. Stavolta, tranquilli, ho pagato il biglietto. Anche perché avevo letto recensioni convincenti, e devo dire che non sono stato affatto deluso. Grazie a una sceneggiatura che -nonostante tratti di salti temporali e dimensioni parallele- riesce a essere solida e a nascondere bene i buchi, e soprattutto alla parsimonia nel dosare scene di azione e effetti speciali, questo Source Code sembra davvero un film di fanta-azione come non se ne fanno da un po'. Mescolando atmosfere alla Philip K. Dick e una buonissima scelta di cast (i tre attori principali sono tutti e tre stupendi e perfettamente nel ruolo) il risultato è stato positivissimo e ho trovato davvero molta soddisfazione nell'arrivare fino in fondo alla storia. Era forse dai tempi di Moon che un film di fantascienza non solleticava così bene sia la mia esigenza di intelligenza che quella di evasione. E infatti si tratta dello stesso regista, Duncan Jones. Possiamo aspettarci molto da lui, in futuro. Complimenti, attenderò con ansia il blu-ray.


Posta un commento